Chiarandà 2018

- Sicilia

Chiarandà 2018
Chiarandà 2018

L'immagine è solo a scopo illustrativo e potrebbe non rappresentare il prodotto reale.

Chiarandà è un vino bianco Contessa Entellina DOC di Donnafugata. Questa etichetta è il risultato di un processo di vinificazione dedito a genuinità e passione, che inizia tra i filari di Chardonnay, nella zona di Contessa Entellina (PA), e termina in bottiglia. Ne sono testimoni le sue proprietà che, nell’insieme, ne fanno un vino gradevole e bilanciato, ideale per accompagnare piatti a base di pesce, crostacei e piatti di carne.

Chiarandà 2018 Donnafugata price

21,23 €

Vuoi ricevere le tue bottiglie in una cassetta in legno? Scegli quale!



Punti fedeltà

Con l'acquisto di questo prodotto è possibile raccogliere fino a 2 punti fedeltà. Il tuo carrello conterrà un totale di 2 punti da poter convertire in un buono di 1,00 €.

Scheda tecnica

NomeChiarandà
ProduttoreDonnafugata
Annata2018
DenominazioneContessa Entellina DOC
RegioneSicilia
Zona di produzioneContessa Entellina (PA)
VitignoChardonnay
Gradazione alcolica13,5%
Formatostandard (75 cl)
Temperatura di servizio10-12 °C
Abbinamentipiatti a base di pesce, crostacei e piatti di carne

Più informazioni

Chiarandà Donnafugata è uno Chardonnay avvolgente, morbido e corposo prodotto in Sicilia. Il nome è legato al vigneto da cui provengono le uve; Chiarandà del Merlo si trova nella Tenuta di Contessa Entellina, a Palermo.

Come ogni vino Donnafugata, il Chiarandà restituisce elementi tipici della sua terra non solo nel gusto. In etichetta fichi d’india e palme, caratteristici della Sicilia, decorano la donna; l’obiettivo è sempre quello di esprimere al meglio il carattere tanto complesso quanto straordinario dell’isola. Questo vino vi riesce con una stupefacente ricchezza aromatica, in parte ereditata dalle migliori uve 100% Chardonnay, vendemmiate di notte.  

Chiarandà è un vino bianco fresco, aromatico e suggestivo, che regala al naso sensazioni molteplici; il bouquet è complesso, fatto di note di frutta a polpa gialla, fiori di campo e, infine, nocciole e burro derivanti dal lungo affinamento. In bocca risulta ben strutturato, sapido e minerale, con lunga persistenza. Il Chiarandà Donnafugata stupisce per la grande capacità di invecchiamento.

Servito a 10 – 12 °C, il vino bianco Chiarandà è ottimo con piatti a base di pesce, in particolare pesci affumicati e crostacei, vellutate di verdure.

Nella stessa categoria