Michele Chiarlo

Filtri (0)
Regione
Mostra

Tradizione, sostenibilità, rigore: così Michele Chiarlo vinifica l’essenza del Piemonte, guidato da un amore incondizionato per il suo territorio, in cui ripone da sempre grande fiducia. Tra i primi produttori piemontesi a esportare i vini italiani all’estero, Michele Chiarlo conquista i palati di tutto il mondo già negli anni ’60 e un ventennio dopo diventa uno dei fondatori del Consorzio Grandi Vini, associazione che favorisce l’esportazione dei vini di qualità.


Questo respiro internazionale alimenta oggi il fare di un’azienda in cui resta l’impronta familiare. Attenzione ai dettagli, cura maniacale dei vigneti, artigianalità, rispetto per il terroir e per i vitigni garantiscono una produzione importante: l’azienda vinicola Michele Chiarlo è tra le realtà di rilievo del Piemonte, in cui vi è massimo riguardo per i vitigni autoctoni.


I migliori cru si esprimono in oltre 100 ettari di vigneti tra Langhe, Monferrato e Gavi, collocati all’interno dei paesaggi vinicoli di Langhe-Roero e Monferrato, dichiarati Patrimonio UNESCO nel 2014, e appartenenti al progetto di sostenibilità ambientale VIVA. Quella di Michele Chiarlo è una delle prime cantine ad aderirvi con lo scopo di monitorare l’intera filiera produttiva, individuare e sviluppare strumenti per un modello globale di cantina a basso impatto.


Da un territorio che è patrimonio e bene comune nascono risultati maestosi. I vini di Michele Chiarlo provengono solo da grandi vigneti, da vitigni autoctoni e da vinificazione in purezza: Nebbiolo, Barbera, Moscato, Cortese, senza alcun assemblaggio con uve internazionali, esprimono una ricchezza enologica come poche. Vini ben strutturati, di alto profilo organolettico, i vini di Michele Chiarlo.